la libertà …

è come un barattolo di nutella. O la finisci subito o ne pigli un cucchiaio al giorno. Non so voi, ma io la finisco subito. E il bello è che non stomaca mai. 

Oggi ho mangiato in terra. A gambe incrociate. Non per sentirmi giovane, per quello basta uno zainetto in spalla, ma perché tutte le sedie, divano incluso di casa mia, sono piene di vestiti da stirare.

Non puoi immaginare che mi è successo oggi, mio fedele lettore. Ho parlato spagnolo tutta la mattina. Che gusto. All’inizio ero lentissima, ma tempo un paio di ore e la jota scorreva ancora potente in me. Sono andata in Inghilterra la prima volta che facevo ancora le medie e ho vissuto un bel pò di mesi a Madrid mentre la gente qui, nella piccola Perugia, oziava.  Poi ho vissuto a Firenze, un anno. Poi a Spello, a Foligno e infine qui. Nella casa con le sedie impegnate. E ci ho vissuto in due, in tre e perfino in quattro. 

Verosimilmente tra poco cambierò ancora casa. Non spero sia né l’ultima né la penultima, ma una delle molte possibili. Quello che spero non cambi mai è l’amore incondizionato di mio figlio, della mia famiglia e del mio cane e mia sorella, che è una fideiussione su tutte le cazzate che posso fare. E le margherite del giardino che porterò via a piccole zolle perché la terra è democratica e si fonde come l’oro. 

Ora stiro. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...