Tenere un Caravaggio tra le mani

Ubriaca. E ti senti sbronza di follia.

C’era qualcosa che non si può spiegare, il brivido dell’unicità. L’orgoglio del privilegio. La mia sinestesia ha goduto e s’è confusa pure lei. Che forse per un attimo son tornata normale e ho visto con gli occhi e toccato con le mani. E ascoltato parlare, ma non ho sentito la R. Si, perchè lei davvero non c’era.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...