Dell’altrui giudizio

Ci sono persone che se gli togli la facoltà del  giudizio, specie quello d’acchitto, vedono diminuita la loro capacità di confrontarsi del 40%.

Che tristezza.

Percepisci nei loro occhi, ancor prima della presa di coscienza che state condividendo uno stesso momento spazio-temporale, il cipiglio del giudizio.

Che sia un modus operandi (per rompere il ghiaccio)  o un modus vivendi (incapacità di trattenersi), non fa differenza. L’importante è esprimere la propria opinione, connotarla esplicitamente talvolta con falsa modestia. Quasi mai con ostentata superbia. 

Che noia. Che noia. Che noia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...