Se vuole, Le offro un caffè

Metti un pomeriggio che sei alla ricerca di un regalo. E vai in un posto dove ce ne sono tante, di idee. E attraversi scaffali e isole piene zeppe di idee. E tra te e te ti dici che il Natale è rosso con le lucine e non un cono di rete o un tronco minimalista. Proprio mentre pensi a quanto quel babbo natale sia troppo giovane per essere credibile, senti una voce che ti chiama. Barbara. Urc. In un momento ti passa davanti la vita, direbbe David: il registro verde, Si Transalp for the life, Kant, mi giustifico, la matita blu e rossa, Malfagia e i ferri del mestiere, il testo di Caruso scritto sul banco, l’irene che sviene sulle scale antincendio, il caschetto biondo della Morettini, gli stivali della Ferranti con il buco sul tacco per far passare i lacci, Tiziana tutte le mattine facciamo tardi, Pioggia Colombata e i pedali. Sorrido. Mi giro con slancio, lo bacio copiosamente e gli dico: Professore, ma che bello. 

E’ sempre uguale, avrà pensato lo stesso di me. I gesti che una volta mi apparivano severi, ora mi sembrano familiari e mi mettono a mio agio. Non lo so se Dio è amore, non lo so. Me lo chiedo. Ma forse si, se vedo quanto lui corteggia la fede, come se fosse una promessa. Ogni giorno, lì a mettere legna sul fuoco. Se lui si ritrae, lei lo ricerca. Ne soffre l’assenza, ci si spazientisce, l’offende e poi fanno pace, dopo averne parlato. 

Ossignore. Non devo dirlo, che  non si dice.

 

Keywords: incontri, natale, sabato pomeriggio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Se vuole, Le offro un caffè

  1. solidtom ha detto:

    Hai dimenticato il circolo ermeneutico. Quello spiegato con l’elasticone verde sulle dita che si ruppe e lui, impassibile, fece finta di niente… 😀

  2. solidtom ha detto:

    Ah dimenticavo l’interrogazione.

    FICO: “Speramo che non me chiama. Fa che non me chiami, fa che non me chiami…”
    PROF: “Sentiamo…”
    FICO: “Fa che non me chiami…”
    PROF: “… Fico!”
    FICO: “Ma porca M&%X?@@a!”

  3. irene ha detto:

    che bestemmioni che lanciava fico! erano momenti tragici, ma a me me ce veniva da ride…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...