Della vita

Così è, se vi pare. 

A volte la percezione della realtà smette di essere basata su fatti oggettivi e viene plasmata sulla pelle delle circostanze. Certo, le ipotesi di per sé continuano a incidere, ad avere un peso e a zavorrare il problema. Verosimilmente. Mi piace pensare che sia così, come se avere un nome o un evento rendesse più nobile la rabbia. Anche quando non è nobile.  Oramai la causa non è né l’effetto né il futuro. Confusa totalmente che lo stato generale delle cose. Tanto è che queste potrebbero essere nate da tutt’altro, non si intravede più niente nel magma flaccido e desueto della ragione primaria.

Paradossalmente nel mio viaggio chiamato vita più cose hai meno sei pesante. Succede solo qui che il vuoto pesa più del pieno. Il segreto è mettere sotto la roba a lunga scadenza, la riserva insomma. Che non acciacca le cose leggere e leggiadre che lasci a portata di mano sopra. Non è che se inizia a piovere devi tirare fuori giacchetto goretex, anticrespo per capelli, ombrello ergonomico, stivali antiacqua. Pigli al felpa che sta sopra. A volte può bastare, molto spesso appena la metti smette di piovere per qualche famosa legge di Murphy, quasi sempre basterebbe aspettare che smetta.

Togli e metti a seconda dei momenti. Ne sei capace. Lo fai in cucina, lo fai con l’ombretto, lo fai con il buonsenso e anche con le regole morali. Perché non può essere così anche nell’amore. Io mi ci danno. Si arriva ad un punto di superbia che non si parla più per avere ragione, cosa già deplorevole ma con un filo di logica, fosse solo che sei femmina. Non si parla più per piaggeria, vade retro ma è comprensibile: sei maschio.

Si parla perché pur di non spegnere il motore e restare in silenzio con la tua rabbia poco nobile, il goretex nello zaino e la paura del vuoto, preferisci dare gas e prendere il folle:

vuuuuuuuummmm

vuuuuuuuuuuuuuuuummmm

Ma finirà. Oh se finirà.

 

keywords: mannaggia a te, prime nebbie invernali, mulinelli allo stomaco 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...