Blu, penso al blu

Mi sveglio stamattina e mi ripeto un paio di volte che non andrei a lavorare manco per diecimila euro. Sono venuta per molto meno. 🙂

Il primo desiderio della mattina è il più irrazionale di tutta la giornata, almeno per me. Appena aperti gli occhi compongo un trip di segmenti folli che voi nemmeno ve li immaginate. Pensieri sconnessi tra loro. Quando la sveglia suona ogni 5 minuti da un’ora ci sono 12 pensieri che nell’intervallo si susseguono componendo mini storie complete, ma potenzialmente infinite, che durano 300 secondi. Cortometraggi, in pratica.

Il tema preferito è la fame. La mattina mi sveglio con una voglia assurda di mangiare. E mi faccio il film di colazioni interminabili, fiumi di latte caldo con miele, caffè, cereali, biscotti, marmellate e saccottini all’albicocca. Mangiare nel dormi veglia, al buio, nel letto, meglio se sdraiata è quasi la mia perversione somma.

keywords: domenica mattina, risveglio, blu. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...