Panta rei

Eraclito aveva capito tutto, esattamente tutto. Il suo aforisma è un’interessantissima chiave di lettura.  La mia preferita, a dir la verità.

Mi domando perchè ci debba sempre essere un Cratilo che rompe le palle e rovina tutto.

Ma perchè?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconti. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Panta rei

  1. modestino ha detto:

    Voi del classico tendete sempre a sottolineare il fatto che “avete fatto il classico”… comunque per quanto rompa le palle pensala così… essere e divenire scorrono, tutto passa!

  2. lopezcamilla ha detto:

    il classico è il classico.
    Che ce voi fà!

  3. andreiperiboschi ha detto:

    Non sottovalutiamo Cratilo, grande maestro di Platone. Non ci si può immergere neanche una volta in un fiume!

  4. lopezcamilla ha detto:

    Troppo, ma troppo, ma decisamente troppo SCETTICO!

  5. modestino ha detto:

    Secondo me ‘sta teoria è da rivedere… vi spiego. Quando dici mangio sempre la stessa cosa, sono tornata nel medesimo posto, rispondo sempre ugualmente, il cielo è sempre il cielo, “ri”giochiamo a calcio e “ri”tira il pallone, ti droghi di continuo ecc…
    A mio parere aveva saltato un passaggio… la condizione di poter reiterare fa si che elementi cambino nella fattispecie ma, affinchè la fattispecie faccia presumere una qualsivoglia immutabilità deve essere dotata del carattere della stabilità relativa…

  6. lopezcamilla ha detto:

    il conto, per favore il conto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...