Possibile ….

Mettersi a letto e nell’istante in cui stai per addormentarti sentire dolore agli zigomi per il tanto ridere?

Questo è quello che mi è capitato venerdì sera, dopo aver riaccompagnato Tom alla macchina e con la pancia che mi scoppiava da quanto avevamo mangiato.

Ma la Tiziana, come cucina?

Ma la Benedetta, quanto se la spassa nella sua bellissima vita da bionda?

Ma Massimo, quanto è professore?

Ma Matteo, che suonerie ha?

Ma la Nicoletta, quanto mi aiuta a dire che la pancetta per gli gnocchi è tanta?

Ma Luciani, quanto è bellino con la camicia nera?

Ma l’Irene , quanto è Adrey Hepburn con i pois bianchi e il fiocco al collo?

Ma Tom, quanto è miope che non legge le domande di chi vuol essere milionario?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in irene; tiziana; "quella messa peggio sei tu". Contrassegna il permalink.

3 risposte a Possibile ….

  1. ToM ha detto:

    Bella serata, veramente.
    Una bella soddisfazione soprattutto perché ero partito, non lo nego, stanchissimo… ma mi sono ripreso alla grande, vuoi per l’ottima compagnia che per la roba BUONISSIMA che c’avete imbandito (complimenti… sareste da sposare tutte!)

    Massimo m’ha fatto torcere come al solito. Il Lucio come poteva non avere su una camicia nera (e comunque stava DAVVERO bene).
    Fra commenti & corollari a proverbi e detti, fra una magnata a 4 ganasse e l’altra, mi ha fatto piacere anche capire che siamo persone che condividono veramente una qualche affinità elettiva. Non è facile non vedersi per mesi e ritrovarsi così, spontaneamente, a fare gli scemi e cazzeggiare fino alle ore piccole.

    PS: So mezzo cecato, lo so. ‘Tacci vostra provate voi a stare 10 ore al giorno davanti al PC e a non avere un abbassamento della vista…

    Baci

    ToM

  2. irene ha detto:

    affinità ellettive, donne da sposare, risate,…sono felice di leggere che le mie sensazioni sono anche le vostre, sono felice per quello che sappiamo regalarci.

  3. lopezcamilla ha detto:

    Per non parlare poi di quello che si impara mettendo a disposizione le reciproche competenze.

    Esempio: “non dire quattro se non ce l’hai nel sacco”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...